Consiglieri regionali Pd, piano vaccinale inefficace

A loro avviso "allarmante" dato dosi in giacenza

(ANSA) - PERUGIA, 25 FEB - "Attribuire responsabilità ad altri per coprire le proprie è ormai uno sport nel quale la Giunta regionale dell'Umbria appare campione mondiale. Lo è dall'inizio dell'emergenza sanitaria e lo si conferma oggi, con un piano vaccinale che, a parte le dichiarazioni d'intenti, appare inefficace e scarsamente incisivo": a sostenerlo sono i consiglieri regionali del Partito democratico Tommaso Bori, Simona Meloni, Fabio Paparelli, Donatella Porzi e Michele Bettarelli. I quali sottolineano "come i numeri ufficiali delle vaccinazioni fatte ci restituiscano un quadro in cui non mancano affatto le dosi: su 65.905 vaccini consegnati, quasi 43 mila sono quelli somministrati e oltre 23 mila quelli in giacenza. Un dato allarmante, sotto la media nazionale, che deve far riflettere sull'efficacia dei programmi attuati fino ad ora".
    "Fermo restando che le grandi case farmaceutiche debbano consegnare il più alto numero di vaccini possibile, per consentire quanto prima di raggiungere quella soglia di immunità tale da far ripartire la vita economica e sociale in sicurezza - affermano i consiglieri del Pd - è pur vero che è compito delle Istituzioni, in questo caso quelle regionali che si occupano di sanità, di predisporre piani vaccinali adeguati, con un numero di sedi sufficientemente dislocato su tutto il territorio regionale, con orari di apertura che rendano il servizio fruibile a tutti e con personale numericamente adeguato. Quello che sta avvenendo in Umbria non appare andare in questa direzione, con ritardi, esclusioni, proteste e malumore di cittadini o intere categorie che appaiono a volte dimenticate".
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie