Umbria
  • Oltre 20 donatori di plasma iperimmune a Città di Castello

Oltre 20 donatori di plasma iperimmune a Città di Castello

Progetto "Tsunami", chi è guarito può prenotare primo prelievo

(ANSA) - CITTÀ DI CASTELLO (PERUGIA), 28 GEN - Dallo scorso giugno il servizio immuno-trasfusionale (Sit) dell'ospedale di Città di Castello è entrato ufficialmente a far parte del progetto "Tsunami" per la raccolta del plasma derivante da pazienti guariti da Covid-19 da utilizzare come cura precoce per i pazienti affetti dalla malattia e, ad oggi, ha individuato 24 donatori idonei ai criteri per la raccolta.
    Le persone guarite da almeno 28 giorni possono volontariamente prenotarsi presso il Sit dell'ospedale di Città di Castello telefonando tutte le mattine al numero 0758509682 per un colloquio preliminare. Per essere idonei alla donazione è necessario avere un'età compresa tra i 18 e i 65 anni, non essere stati sottoposti a trasfusioni e, per le donne, non aver avuto gravidanze.
    Ai volontari verrà fatto un prelievo per valutare gli anticorpi presenti e solo successivamente sarà possibile passare alla fase del prelievo del plasma iperimmune.
    "I primi risultati dello studio in corso sulla terapia con il plasma iperimmune - spiega la Usl Umbria 1 - sembrano essere estremamente incoraggianti. Per tale ragione, a tutti coloro che sono guariti dal Covid-19 si rinnova l'invito a telefonare al Sit per candidarsi alla donazione". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie