Cucinelli: ricavi preliminari 2020 in calo a 544 milioni

Cucinelli, 2021 anno del riequilibrio, crescita sarà del 15%

(ANSA) - MILANO, 11 GEN - Cucinelli ha chiuso il 2020 con ricavi preliminari in calo del 10,5% a 544,1 milioni di euro (-9,9% a cambi costanti). Lo si legge in una nota in cui viene indicato che le vendite sono scese dell'1,7% in Europa, dell'1,8% in Cina, comprese Hong Kong e Macao, e del 15,3% in Nord America. In calo del 9,9% nel resto del mondo e del 23,9% in Italia. In crescita del 7,2% i ricavi del secondo semestre, mentre gli investimenti di 51 milioni di euro sono rimasti invariati rispetto a prima dello scoppio della pandemia da Covid 19. Secondo il presidente del Gruppo Brunello Cucinelli l'anno "si è chiuso 'bene' in considerazione alle premesse di primavera". "Il fatturato di questi 12 mesi, definiti da noi 'anno di passaggio' - ha proseguito - ha avuto una 'piccola' diminuzione del 10%". "Dopo un lungo periodo di dolore sia per il corpo che per l'anima - ha aggiunto - grazie al tanto atteso 'vaccino', ci pare di andare verso un desiderato 'armistizio' con il Creato".
    "Ci auguriamo insieme di ritrovare grande umiltà, coraggio, serietà e creatività - ha sottolineato - per affrontare questo nuovo anno del 'riequilibrio'".
    Quanto al 2021, "il posizionamento del brand e l'ottimo riscontro sulle collezioni Autunno Inverno 21 - ha concluso - ci portano ad immaginare per l'anno in corso una 'bella crescita' intorno al 15%". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie