Anci, Comuni vogliono essere "protagonisti"

Per presidente De Rebotti oggi "esecutori più che decisori"

(ANSA) - PERUGIA, 25 MAG - "Come comuni siamo diventati oggi esecutori più che decisori e quindi ci piacerebbe partecipare ad un processo per una nuova fase dell'Umbria, caratterizzato da un approccio diverso": lo ha affermato il presidente di Anci Umbria, Francesco De Rebotti, intervenuto alla presentazione del progetto dell'Università di Perugia '30 idee per l'Umbria'.
    Dicendosi contento di mostrare "l'ampia disponibilità di quelli che vivono sfida quotidiana nel rapporto con il cittadino".
    De Rebotti ha sottolineato che "c'è un apparato istituzionale e politico nei comuni a disposizione per dare significato e senso territoriale a tutte le azioni future". "A questo non si può rinunciare - ha aggiunto - non si può prescindere dal nostro apporto".
    Per il presidente dell'Anci "l'occasione è irripetibile" e lo "sforzo" che l'Unipg sta facendo con le sue menti "è di sviluppare un nuovo pensiero cogliendo l'opportunità di questo momento di crisi". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie