Bassetti, medici e infermieri chinati sul morente

"Lo Spirito santo è l'energia che rigenera la nostra vita"

(ANSA) - PERUGIA, 17 MAG - "Quanti medici, infermieri - ho avuto testimonianze dirette - in questo tempo di pandemia, si sono chinati sul morente, tracciando un segno di croce! Un medico ha detto 'io ho dato l'estrema unzione': sì, tu hai compiuto l'atto di amore più grande che si potesse esprimere, perché hai riconosciuto in colui che moriva la dignità di una persona umana, di un fratello, di un figlio di Dio": lo ha sottolineato il cardinale arcivescovo Gualtiero Bassetti al termine della celebrazione eucaristica di domenica 17 maggio, nella cappella di Sant'Onofrio della cattedrale di Perugia, l'ultima "pro populo" al tempo del coronavirus trasmessa in diretta da Umbria Tv, Umbria Radio InBlu e sui social media ecclesiali.
    Il cardinale Bassetti ha accostato questo "atto di amore più grande" alla "fiammella di amore, che lo Spirito Santo depone nel cuore di ciascuno di noi, è la forza interiore che ci sostiene nel cammino della vita e ci fa crescere ad immagine del Signore Gesù. È l'energia, fratelli - ha detto - che rigenera la nostra vita e il mondo". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie