In zona rossa Umbria, siamo turbati

"Sembra essere gli appestati del mondo" racconta madre all'ANSA

(ANSA) - GUALDO CATTANEO (PERUGIA), 28 MAR - "Sembra che siamo diventati gli appestati del mondo, una cosa che emotivamente ci turba molto. Essere confinati dentro il paese fa un effetto bruttissimo": sono le parole di una giovane madre che l'ANSA ha raccolto telefonicamente e arrivano direttamente da Pozzo, borgo di circa 400 persone del comune di Gualdo Cattaneo che la Regione Umbria ha dichiarato "zona rossa" per il numero di contagiati da Covid-19. Sarebbero una ventina, ai quali si vanno ad aggiungere altre 30 persone già messe in isolamento per avvenuti contatti.
    "Ma da quello che abbiamo potuto constatare noi che viviamo qui - ha detto la donna - tutti hanno avuto l'accortezza di seguire le procedure in maniera tempestiva, mostrando un buon senso civico".
    Adesso ci sono da affrontare 14 giorni nei quali nessuno potrà lasciare la frazione. "Saranno lunghissimi, magari chi ha figli a casa sarà maggiormente impegnato, ma saranno comunque molto tristi, soprattutto per i nonni", ha detto ancora la donna.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie