Umbria amplia ricorso test anche rapidi

Per chiunque in ospedale, strutture socio-sanitarie e comunità

(ANSA) - PERUGIA, 27 MAR - La Regione Umbria si prepara ad ampliare il ricorso ai test per individuare il coronavirus, ricorrendo anche a quelli rapidi. Lo hanno annunciato l'assessore Luca Coletto e il direttore della Sanità Claudio Dario nel corso di una conferenza stampa in streaming.
    Saranno testati tutti i pazienti che si recano, tramite pronto soccorso o per ricoveri programmati, in ospedale. Per loro verrà utilizzato un test immunologico in grado di dare una risposta nel giro di una quindicina di minuti.
    Al test verranno sottoposti poi tutti coloro che entrano in strutture residenziali sanitarie o socio sanitarie ma anche in 'comunità' come carceri.
    L'obiettivo del piano della Regione è di coinvolgere anche il personale del sistema sanitario venuto a contatto con pazienti a rischio. Un piano a "cerchi concentrici" per isolare quanti più positivi possibile e "interrompere la catena di diffusione del virus". Per questo verrà impiegato anche un test molecolare rapido "alla portata di tutti i laboratori". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie