Confcommercio, stop alle tasse locali

Lettera presidente Mencaroni, differire almeno al 30 settembre

(ANSA) - PERUGIA, 19 MAR - Differire almeno fino al 30 settembre 2020 il pagamento delle tasse locali: Tari, Imu, Cosap e Imposta sulla pubblicità. E' la richiesta "pressante" che Confcommercio Umbria ha rivolto a tutti i Comuni per lo stato di gravissima sofferenza delle imprese causato dall'emergenza Covid-19.
    In una lettera, firmata dal presidente di Confcommercio Umbria Giorgio Mencaroni, si pone l'accento sulla "assoluta necessità che i Comuni umbri adottino il provvedimento di sospensione delle tasse locali, già assunto altrove, perché continuare a tassare imprenditori costretti a stare chiusi a causa del Covid-19 significa un accanimento iniquo, i cui costi, in termini di perdita di tessuto economico, saremo chiamati a pagare tutti".
    La stessa richiesta è sostenuta dai presidenti dei vari Mandamenti territoriali di Confcommercio, che si sono attivati presso le amministrazioni comunali di riferimento.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie