Cinesi in Italia, qui ci sentiamo sicuri

Tra studenti Ateneo Perugia, "paura ma per parenti che sono là"

"Noi studenti cinesi, in Italia ci sentiamo sicuri": è il clima che si vive nella comunità di giovani asiatici dell'Università per Stranieri di Perugia dopo l'esplosione dell'epidemia del coronavirus. "Timori e paura ci sono ma per le nostre famiglie rimaste là" ha detto all'ANSA Sandro, tutor del gruppo che frequenta i corsi dell'Ateneo.
    Gli studenti sono a Perugia da diversi mesi. "Tutti - rassicura Sandro - da più dei 14 giorni previsti come possibile incubazione. Stanno tutti bene".
    Per la comunità degli studenti prosegue comunque il monitoraggio sanitario predisposto dai vertici dell'Università per Stranieri.
    "Tutti noi - spiega ancora il tutor - ci teniamo costantemente informati sul virus e sulle precauzioni da adottare. Con i social media e con le informazioni fornite dalle autorità italiane e cinesi. Siamo in costante contatto con le nostre famiglie in Cina, alle quali cerchiamo di inviare ciò che serve. Come mascherine e tute monouso. Per i nostri parenti sì, abbiamo paura".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie