In Umbria fiori per carabiniere ucciso

Comandante Legione, giunte tante telefonate e messaggi affetto

Un grande mazzo di fiori legati da un nastrino tricolore è stato lasciato sulla porta di una delle stazioni dei carabinieri dell'Umbria dopo l'omicidio del vice brigadiere Mario Cerciello Rega, a Roma. Lo ha reso noto il comandante della Legione, generale Massimiliano Della Gala.
    Sottolineando anche le "tante le telefonate e i messaggi di affetto giunti in vario modo ai carabinieri umbri".
    "A nome mio e di tutti i carabinieri della Legione Umbria - ha sottolineato il gen. Della Gala -, desidero ringraziare vivamente le autorità locali, i rappresentanti delle istituzioni, i vertici della magistratura e delle forze militari e di polizia, gli esponenti politici e tutti i cittadini che hanno voluto far sentire la loro vicinanza e solidarietà in occasione della morte in operazione di servizio, del vice brigadiere Mario Cerciello Rega. Siamo grati per le molteplici manifestazioni di cordoglio, pervenute anche in forma anonima".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie