A Villa Umbra Scuola innovazione sociale

Lavori aperti dal presidente della Regione Fabio Paparelli

Misurare l'impatto generato dalle imprese sociali e dagli enti del terzo settore al fine di promuovere azioni innovative di welfare territoriale è l'obiettivo dell'Attività 3 "Definizione di un metodo di valutazione di impatto di progetti e azioni innovative di welfare territoriale" partita nell'ambito di un progetto formativo "Scuola di innovazione sociale", curato dalla Scuola umbra di pa diretta da Alberto Naticchioni e parte degli interventi della Direzione regionale Salute, welfare, organizzazione e risorse umane della Regione a sostegno delle politiche socio-sanitarie.
    Il percorso formativo è stato presentato dalla Regione, di concerto con la Scuola e con l'Università di Roma "Tor Vergata", facoltà di Economia, Dipartimento di management e diritto, alla presenza di operatori sociali espressione dei partenariati risultati vincitori del bando regionale. I lavori del ciclo "Il ciclo dell'impatto sociale per gli enti del terzo settore" sono stati aperti da Fabio Paparelli, presidente della Regione.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere