Vaccini, morte sospetta è a Spoleto

Si tratterebbe di una donna ultraottantenne

(ANSA) - PERUGIA, 30 NOV - Si sarebbe verificata in Umbria, a Spoleto, la morte sospetta dopo la somministrazione di vaccino antinfluenzale, secondo quanto si è potuto apprendere, e non a Terni come riferito inizialmente dall'Aifa. Si tratterebbe di una donna ultraottantenne. Il decesso, sempre secondo quanto si è potuto apprendere fino ad ora, sarebbe avvenuto in casa.
   La donna era affetta da gravi patologie, per le quali assumeva molti farmaci. Il decesso è avvenuto il 26 novembre scorso a distanza di 24 ore dalla somministrazione di vaccino antinfluenzale Fluad della ditta Novartis. il vaccino influenzale somministratole non appartiene ai due lotti segnalati dall'Aifa (Agenzia Italiana del farmaco), che non sono stati acquistati né distribuiti da nessuna Azienda sanitaria dell'Umbria. È quanto comunica la direzione alla Sanità della Regione Umbria.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie