Alto Adige: giornata Autonomia diventa green

(ANSA) - BOLZANO, 03 SET - La Giornata dell'Autonomia di quest'anno, sabato 5 settembre, si celebra nel nome del motto "Natura, paesaggio e Autonomia da vivere". Nel giorno in cui si commemora l'Accordo De Gasperi-Gruber, che esattamente 74 anni fa segnò il primo passo verso l'Autonomia dell'Alto Adige, quest'anno la Provincia di Bolzano vuole portare sotto i riflettori il tema delle competenze in materia di tutela del paesaggio e della natura. Il modo migliore per farlo è stato organizzare una giornata di eventi diffusi su tutto il territorio provinciale. Sottolinea il presidente della Provincia, impossibilitato per appuntamenti istituzionali fuori provincia a prendere parte all'odierna presentazione ufficiale della Giornata dell'Autonomia: "iniziative diffuse evitano concentrazioni di persone in un'unica location e sono in ogni caso più indicate per assicurare il rispetto delle norme di protezione anti-Covid. Proprio la disposizione decentrata dei parchi e le numerose possibilità di visite guidate al di fuori dei parchi ci permettono di celebrare questa Giornata dell'Autonomia insieme e nel rispetto delle norme di sicurezza".
    Per l'assessora allo sviluppo del territorio, paesaggio e beni culturali, è una "grande gioia" che quest'anno le aree protette della Provincia siano state scelte per commemorare la costruzione dell'Autonomia: "il nostro paesaggio naturale è unico. Siamo orgogliosi dei nostri parchi e desideriamo preservare, mantenere e sviluppare questa conquista dell'Autonomia altoatesina". Molto è cambiato negli ultimi decenni: mentre negli anni Settanta le aree protette avevano causato molta incomprensione, le comunità interessate oggi riconoscono il valore delle aree protette e soprattutto dei loro centri visite, spiega l'assessora provinciale: "Sono un'espressione tangibile di autonomia e importanti punti di contatto per la popolazione". Naturalmente, in un'area protetta si scontrano sempre interessi diversi, il che rende la tutela non sempre facile. "Tuttavia, la nostra qualità di vita dipende, in larga misura, da un paesaggio e da una natura intatti" sottolinea l'assessora provinciale. "Proteggere e prendersi cura di questo patrimonio è un impegno di grande valore. Così come altrettanto importante è mostrare apprezzamento e gratitudine per chi ha cura e gestisce le zone naturali". (ANSA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Videonews Alto Adige-Südtirol

    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie