Trentino AA/S

Bonus bebè, protesta a Trento contro requisito dei 10 anni

Rilanciata la petizione per modificare i criteri di accesso

(ANSA) - TRENTO, 28 LUG - "No ad una società che discrimina tra cittadini fin dalla culla": è questo l'appello ribadito questa mattina da Cgil, Cisl Uil e Acli del Trentino che, insieme ai rappresentanti delle comunità straniere, alla Caritas diocesana, al mondo del volontariato trentino, hanno organizzato un presidio in piazza Dante davanti al palazzo della Regione.
    L'obiettivo era il rilancio della petizione per modificare i criteri di accesso al bonus nascita trentino che oggi esclude tutti i bambini e le bambine nate da famiglie che non sono residenti da almeno dieci anni in Italia. "Un requisito discriminatorio per cambiare il quale si chiede l'intervento del Consiglio provinciale", è stato detto nel corso della manifestazione.
    In Trentino - è stato sottolineato - su 3.200 bambini e bambine che hanno i requisiti per accedere al bonus nascita trentino, 140 restano tagliati fuori perché nati da un papà e una mamma residenti da meno di dieci anni in Italia. Vale a dire il 4,4% del totale. "Sono numeri che dimostra come la misura voluta dalla Giunta Fugatti è solo discriminatoria. Anche per questa ragione la raccolta firme e l'impegno di Cgil, Cisl Uil e Acli proseguirà nelle prossime settimane con nuove iniziative", hanno detto i manifestanti. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Videonews Alto Adige-Südtirol

      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie