Trentino AA/S

Restauro stazione Fs Trento, formalizzato accordo Pat-Rfi

Progetto da 15,5 mln in vista di Milano Cortina 2026

(ANSA) - TRENTO, 01 LUG - E' stato formalizzato l'accordo tra Rete ferroviaria italiana (Rfi) Provincia di Trento e Comune di Trento per la riqualificazione della stazione ferroviaria del capoluogo trentino, un intervento da 15,5 milioni di euro deciso in vista dei 25/i Giochi olimpici invernali Milano-Cortina del 2026. L'intesa è stata sottoscritta, al termine di una conferenza stampa, dall'amministratrice delegata di Rfi Vera Fiorani, dal presidente della Provincia di Trento Maurizio Fugatti e dal sindaco Franco Ianeselli. I lavori, della durata di due anni a partire dal 2023, sono finanziati per 9,5 milioni di euro da Rfi (con risorse provenienti anche dal Pnrr) e per sei milioni dalla Provincia di Trento, attraverso il fondo per le Olimpiadi.
    "Sanciamo un accordo importante. La riqualificazione della stazione è un progetto a cui noi crediamo molto, anche in un'ottica di sviluppo territoriale ampia, che abbraccia tutto il Trentino", ha detto Fugatti.
    Il nuovo progetto per la stazione - che prima della pandemia contava circa 3,9 milioni di passaggeri in transito all'anno - prevede l'allargamento della fascia pedonale e l'inserimento di aree verdi, un collegamento ciclabile e una nuova dislocazione fermate dell'autobus presso lo spazio ex dogana. All'interno, oltre al restauro, verrà recuperata la parte nord, con l'inserimento di servizi "food".
    A quanto riferito dalla responsabile direzione stazioni di Rfi Sara Venturoni, il progetto si inserisce in un piano di investimenti da circa 3,5 miliardi che interessa oltre 620 stazioni italiane per favorire l'accessibilità ferroviaria e rispondere alla nuove esigenze di mobilità delle persone.

"Entro l'estate prevediamo di presentare il progetto per la circonvallazione ferroviaria di Trento". Così l'amministratrice delegata di Rete ferroviaria italiana (Rfi), Vera Fiorani, a margine della sottoscrizione dell'accordo con Provincia e Comune di Trento per la riqualificazione della stazione ferroviaria di Trento. Secondo la dirigente, il progetto per la tratta ad alta capacità, parte del Corridoio del Brennero, è attualmente in fase avanzata. "Ora siamo concentrati a chiudere la parte progettuale della circonvallazione di Trento. Per quanto riguarda la città di Rovereto stiamo invece cercando una soluzione progettuale alternativa alla circonvallazione, che potrebbe essere l'interramento della linea", ha aggiunto Fiorani. Secondo quanto riferito dal presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, con Rfi sono in corso confronti anche sul collegamento ferroviario tra Rovereto e Riva del Garda, sull'Inter rammento della linea storica di Trento e sul cosiddetto "Ring delle Dolomiti", tra Primolano e Feltre.
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Videonews Alto Adige-Südtirol

        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie