Trentino AA/S

Rapina centro massaggi, secondo ricercato fermato in Toscana

L'uomo aveva investito la vittima con l'auto

(ANSA) - BOLZANO, 19 GIU - Nove mesi dopo una brutale rapina avvenuta a Bolzano, si è conclusa positivamente un'indagine di polizia giudiziaria coordinata dalla Procura della Repubblica di Bolzano e condotta dalla Squadra Mobile.
    La sera del 10 settembre del 2020, la titolare di un centro massaggi di Bolzano ha subito una rapina di 11.000 Euro in contanti da parte di due suoi connazionali.
    Questi ultimi, dopo averla colpita al volto con un pugno ed averle spruzzato in faccia dello spray irritante, per cercare di guadagnarsi la fuga hanno investito la donna con un'autovettura, condotta da una terza persona. La vittima è riuscita ad aggrapparsi al cofano ed è stata così trascinata per diverse centinaia di metri.
    Le indagini condotte dalla Squadra Mobile sul veicolo utilizzato per commettere la rapina hanno consentito di identificare due degli autori: il primo, W.S., cittadino cinese di 27 anni, residente in Veneto e con precedenti di polizia a carico, è stato rintracciato già lo scorso ottobre a Bolzano, dove è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria.
    L'altro malvivente, H.E., di 39 anni, anch'egli cinese, residente a Roma, individuato come l'autista che aveva investito la vittima, aveva fatto perdere le proprie tracce, ma, grazie alle indagini qualche giorno fa è stato rintracciato in Toscana e condotto in carcere a disposizione dell'Autorità giudiziaria.
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Videonews Alto Adige-Südtirol

      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie