Trentino AA/S

Volontaria ferita, "Uomo non stava bene da qualche giorno"

Lo dice il parroco di Vezzano all'ANSA, proseguono ricerche

(ANSA) - TRENTO, 07 GIU - L'uomo ricercato dai carabinieri per aver aggredito e ferito con un'arma da taglio Luciana Rigotti, 65 anni, una volontaria della parrocchia di Ranzo, in Trentino, è un quarantenne straniero. L'uomo, da molti anni in Trentino, partecipa ad un progetto della Caritas diocesana per l'inserimento lavorativo e la riabilitazione. Secondo quanto si apprende l'uomo era nella frazione di Ranzo dallo scorso 3 giugno, perché lavorava nell'azienda agricola di Ferruccio Margoni a Vezzano, paese poco distante, ed era seguito dai volontari della Caritas.
    Intanto la volontaria ferita, che era stata trasportata con l'elicottero in ospedale in codice rosso, è stata medicata dalle ferite inferte con un arma da taglio, probabilmente un coltello, ed è attualmente ricoverata, ma non è in pericolo di vita.
    "Luciana è da anni una stretta collaboratrice della parrocchia, attiva con il gruppo della Caritas diocesana di Ranzo. L'uomo, che non stava bene da qualche giorno - ha detto all'ANSA il parroco della diocesi Altogarda e Valle dei Laghi, Paolo Devigili - aveva legami diretti con la Caritas per la sua esperienza in una struttura residenziale di assistenza con il territorio. Era la prima volta che ospitavamo una persona in un progetto di inserimento lavorativo nell'oratorio di Ranzo, solitamente destinato a d accogliere i pellegrini lungo il cammino di San Vili".
    I carabinieri, con l'elicottero, i droni ed il supporto dei vigili del fuoco volontari della Valle dei Laghi, stanno perlustrando la zona in cerca dell'aggressore. I militari hanno condotto accertamenti anche nella canonica dove il 40enne alloggiava da pochi giorni. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Videonews Alto Adige-Südtirol

        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie