Consiglio Trento: approvato ddl Giunta con misure anticrisi

Con emendamento da 2,85 mln per ingresso Provincia in Itas Mutua

(ANSA) - TRENTO, 13 MAG - Approvato in Consiglio provinciale senza dichiarazioni di voto finali (21 sì, 11 astensioni e i 2 no di Marini e Degasperi), il ddl sulle misure urgenti anticrisi. Fugatti ha spiegato con la volontà di cogliere un'occasione che "casualmente" si è presentata, la scelta di destinare con un emendamento 2,85 milioni di euro all'ingresso della Provincia in Itas Mutua, ma i tre consiglieri di FdI non hanno partecipato al voto. A proposito dell'emendamento interamente sostitutivo dell'articolo 21 presentato dalla Giunta per autorizzare la spesa di 2,85 milioni di euro per rendere la Provincia socio sovventore di Itas - si legge in una nota del Consiglio provinciale - il presidente Fugatti ha motivato la scelta con l'opportunità di cogliere l'occasione che "casualmente" si è presentata di acquistate una parte di azioni della società che si sono liberate, allo scopo di fare sistema tra pubblico e privato che fin dall'inizio di questa grave fase di emergenza economica e sociale tutti auspicavano. Spiegazione che non ha convinto i tre consiglieri di Fratelli d'Italia perché secondo il capogruppo Cia questa iniziativa non ha le caratteristiche dell'urgenza assegnata al ddl. Inascoltata dalla Giunta anche la proposta di Rossi (Azione) di cercare di capire e di trovare una maggiore condivisione di questa proposta facendola tornare in Commissione.
    I lavori proseguono ora sul ddl 90 proposto dalla Giunta con l'assessore allo sport Failoni, che reca "Misure straordinarie per l'organizzazione dei venticinquesimi giochi olimpici invernali e dei quattordicesimi giochi paralimpici invernali 2026". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Videonews Alto Adige-Südtirol

        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie