Kompatscher: "Bene screening, 1% positivi in linea"

Il governatore altoatesino: "I test pcr negli ultimi mesi e nelle ultime settimane erano molto mirati, testando ovviamente molti sintomatici"

Si è concluso in serata lo screening di massa in Alto Adige.
L' "affluenza" è stata del 63,9%. Complessivamente 322.313 altoatesini si sono infatti sottoposti al tampone rapido. Durante i test a tappeto sono stati individuati 3.185 asintomatici.
"Siamo molto soddisfatti per la grande partecipazione allo screening di massa, che va oltre alle nostre aspettative. Si tratta di un grande segno di senso civico, di assunzione di responsabilità da parte dei cittadini, come anche di una espressione della volontà di assumere un ruolo attivo nella lotta contro la pandemia". Lo ha detto all'ANSA il governatore altoatesino Arno Kompatscher. "L'1% - ha aggiunto - può sembrare un dato basso, però è in linea con i risultati della Slovacchia e di altre regioni che hanno fatto uno screening di questo tipo". 

Come ha sottolineato Kompatscher, "i test pcr negli ultimi mesi e nelle ultime settimane erano molto mirati, testando ovviamente molti sintomatici. Con questo screening siamo riusciti a individuare tanti asintomatici che, a loro insaputa, avrebbero potuto trasmettere il virus".
    Kompatscher ha messo in chiaro che, "dopo un'analisi approfondita di tutti i dati, sono in programma ulteriori azioni, preparate dal nostro comitato tecnico. Ci saranno screening su determinate categorie di persone, oppure, se necessario, in determinati Comuni". "Continueremo a lavorare con lo strumento del test rapido antigenico, come ovviamente con i test molecolari", ha detto il presidente della Provincia di Bolzano.
    Il governatore ha ribadito l'importanza "di essere molto attenti perché ci saranno comunque ancora in giro persone infette, anche se con questo screening abbiamo abbassato notevolmente il loro numero". 

Verso il 70% di altoatesini a screening di massa - Non cala l'afflusso allo screening di massa in Alto Adige. "Se l'andamento continuare, questa sera supereremo il nostro obiettivo di 350.000 test", che corrisponde al 70% della popolazione altoatesina. Lo riferisce all'ANSA il direttore generale dell'Azienda sanitaria Florian Zerzer. "In alcuni Comuni abbiamo già dovuto inviare dei rifornimenti, perché le scorte di tamponi rapidi erano esauriti", aggiunge.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Videonews Alto Adige-Südtirol

      Vai al Canale: ANSA2030



      Modifica consenso Cookie