Covid: biostatico,se non riduciamo contatti va a fuoco tutto

Falk, "siamo la fotocopiatrice del coronavirus"

(ANSA) - BOLZANO, 29 OTT - "Al di fuori della propria famiglia va indossata la mascherina, perché noi siamo la fotocopiatrice del coronavirus. Più contatti abbiamo più copie del virus produciamo". E' l'avvertimento del biostatico Markus Falk che in vista delle ferie d'autunno, che ci saranno prossima settimana in Alto Adige, rivolge un appello a restare in famiglia. "Si tratta di un'ottima opportunità per ridurre i casi, altrimenti va a fuoco tutto", afferma.
    Secondo Falk, nessuno ha previsto una crescita così rapida dei casi. "Abbiamo - prosegue - incontrato troppe persone senza indossare la mascherina, ci siamo visti con troppi amici, abbiamo partecipato a troppe feste e abbiamo fatto troppe attività senza protezione". "Se in un gruppo di dieci persone c'è un positivo in media si infettano in tre. Se a loro volta si incontrano con altra gente siamo a nove, poi a 27 casi e poi la situazione esplode", spiega il biostatico che ricorda la curva di crescita in Alto Adige: a fine agosto 100, a metà settembre 300, a fine settembre 1.000, a metà ottobre 2.000 e ora 5.000 casi. "La settimana prossima magari saranno 7.000 e se andiamo avanti così in un attimo arriviamo a 10.000. La soluzione è abbastanza facile, ovvero, ridurre i contatti. Se dimezziamo i contatti dimezziamo i casi", ribadisce Falk. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Videonews Alto Adige-Südtirol

      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie