Vespa samurai, a metà giugno i primi lanci

Prosegue l'allevamento alla Fondazione Mach

(ANSA) - TRENTO, 19 MAG - Sono una ventina i siti al momento individuati in Trentino in cui verranno effettuati, dalla metà di giugno, i lanci della vespa samurai per contrastare la diffusione della cimice asiatica marmorata. Il gruppo di lavoro della Fondazione Edmund Mach, in collaborazione con il Centro agricoltura alimenti ambiente (UniTrento-Fem), ha in programma di raddoppiarli.
    Intanto è iniziato, 15 giorni fa, nell'ambito del progetto per la lotta biologica Swat, finanziato dalla Provincia autonoma di Trento, l'allevamento del Trissolcus japonicus specializzato nel parassitizzare le uova di cimice sulla base del primo nucleo di microvespe da moltiplicare arrivato dal Crea.
    Nonostante l'emergenza Covid-19, ricercatori e tecnici sono dunque in piena attività, soprattutto dopo il via libera ai rilasci della Conferenza Stato-Regioni, e assicurano - sottolinea la Fondazione Mach - che la vespina, che si riproduce a spese del suo ospite deponendo le proprie uova all'interno delle uova della cimice asiatica, è assolutamente innocua per l'uomo e per gli altri organismi. Nello stesso tempo sta procedendo l'allevamento della cimice: ad oggi, grazie al piano di raccolta che ha coinvolto i cittadini, sono stati raccolti oltre 17.000 esemplari che hanno già prodotto oltre 1.200 ovature. Lobiettivo è raggiungere quota 30.000. frutti in Trentino. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Videonews Alto Adige-Südtirol

      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie