Coronavirus: da Pat 250 mln a imprese e lavoratori autonomi

Moratoria su mutui con stop a rate o rinegoziazione del debito

(ANSA) - TRENTO, 26 MAR - Via libera da parte della Giunta provinciale di Trento al 'Fondo Ripresa Trentino' con finanziamenti a tasso zero per 250 milioni di euro in favore di imprese e lavoratori autonomi danneggiati dagli effetti dell'epidemia. Prevista inoltre la sospensione - o rinegoziazione - dei mutui in essere, con allungamento del periodo di rimborso. Questi i due interventi principali contenuti in una delibera della Giunta, riunitasi in seduta straordinaria per fronteggiare gli effetti economici dell'emergenza creata dal coronavirus.
    L'intervento sul fronte finanziario - sottolineano il presidente Maurizio Fugatti e gli assessori Achille Spinelli e Roberto Failoni - prevede la sottoscrizione da parte delle banche e degli intermediari finanziari di un Protocollo d'intesa che abbiamo approvato in base a quanto concordato al Tavolo del Credito. Le banche potranno concedere linee di finanziamento a imprese di qualsivoglia comparto e ai lavoratori autonomi, con erogazione in unica soluzione e rimborso unico dopo due anni, a fronte di garanzie del Confidi a costo zero". "La Provincia, con uno stanziamento di 2 milioni di euro - aggiungono - provvederà al pagamento degli interessi passivi maturati per i 24 mesi previsti. Con questo intervento, speculare a quello sui mutui, intendiamo far fronte alla carenza di liquidità delle imprese trentine in conseguenza dell'emergenza sanitaria, cominciando anche a guardare al 'dopo', alla ripresa". "Vogliamo permettere alle imprese di affrontare la crisi con maggiore serenità e affrontare l'auspicata ripartenza senza l'assillo delle rate, ma anche con la possibilità di accedere a nuove linee di credito".
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Videonews Alto Adige-Südtirol

        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie