Edilizia: nuovi criteri per contributi riqualificazione

Interventi dovranno ridurre il consumo di almeno il 30%

(ANSA) - TRENTO, 19 FEB - Nuovi criteri di assegnazione degli incentivi per la riqualificazione energetica in Trentino. Lo prevede la delibera dalla Giunta provinciale che ha l'obiettivo di intervenire con maggiore efficacia sulle abitazioni plurifamiliari, considerato che il patrimonio immobiliare privato pesa per il 40% sul bilancio energetico provinciale.
    Con i nuovi criteri è stato ampliato il numero di soggetti beneficiari. Dal 2 marzo si potrà presentare domanda per tutti gli edifici costruiti prima del 1993 e che presentano almeno due appartamenti e una parte comune (circa 65.000 edifici). Gli edifici fino alle 8 unità immobiliari, che per legge non sono obbligati a nominare un amministratore condominiale, dovranno scegliere un delegato che segua l'iter burocratico. Altra novità è che gli interventi dovranno ridurre il consumo di almeno il 30% e non è consentita la sola sostituzione della caldaia. Il rimborso del 50% delle spese sostenute per la diagnosi energetica rimane valido anche senza questa percentuale.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Videonews Alto Adige-Südtirol

    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie