Trentino AA/S

Inquinamento: individuate le cause della puzza a Lizzana

Esito del monitoraggio dell'Appa con il 'naso elettronico'

(ANSA) - TRENTO, 20 SET - L'Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente (Appa) ha individuato, dopo un lavoro di monitoraggio ambientale avviato a maggio e concluso nelle scorse settimane, le realtà impattanti in termini di cattivo odore sull'abitato di Rovereto ed in particolare a Lizzana, nel periodo compreso fra i mesi di maggio ed agosto 2016.
    Le realtà produttive che hanno ecceduto, per quantità e durata, le soglie oltre le quali è per loro obbligatorio introdurre dei correttivi in grado di eliminare i cattivi odori sono in prevalenza l'insediamento produttivo dell'azienda Sandoz I.P, ma anche la discarica Rsu a Marco di Rovereto, il depuratore di Rovereto e, in misura più marginale, l'azienda Europoligrafico. Il prossimo passo sarà la valutazione della corrispondenza tra i dati rilevati strumentalmente e l'effettiva percezione umana. L'Appa ha avviato la verifica strumentale con un innovativo strumento elettronico per la misura di sostanze odorigene in atmosfera, denominato 'naso elettronico'.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Videonews Alto Adige-Südtirol

Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie