Toscana
  • Bibbiena, 6 nuove opere fotografiche per galleria a cielo aperto

Bibbiena, 6 nuove opere fotografiche per galleria a cielo aperto

In occasione congresso Fiaf mostra-diario un anno pandemia

(ANSA) - BBIENA (AREZZO), 16 LUG - In occasione del 73/o congresso nazionale la Fiaf, Federazione italiana delle associazioni fotografiche, inaugura domani a Bibbiena (Arezzo) sei nuove opere della Galleria permanente a cielo aperto e la nuova mostra, aperta fino al 5 settembre, 'Cronache quaranteniche, diario fotografico di un anno di pandemia' al Cifa, Centro italiano per la fotografia d'autore.
    La Galleria di Bibbiena è il primo esempio in Europa di esposizione permanente di fotografia a cielo aperto e la più grande installazione diffusa di opere fotografiche dei più importanti autori italiani, da Berengo Gardin a Gastel, collocate permanentemente sulle facciate dei palazzi e lungo le mura dell'antico centro storico di Bibbiena. L'iniziativa della Galleria, nata nel 2016, permette al visitatore, spiegano i promotori, "di compiere, camminando per le vie del borgo, un viaggio nella nostra storia" seguendo "un percorso illustrativo della potenza delle immagini e dell'essenza del lavoro del fotografo". Alle 32 opere si aggiungono ora: Shangai, 2010 di Ivano Bolondi; Insediamento di Bet Hadassa Hebron, West Bank 1992 di Francesco Cito; Dario Fo, Milano, casa dell'artista, 27 aprile 1996 Di Guido Harari; da Il Dono, 2000-954-12: Rituale Vudù cascate di Aguas Blancas, Haiti, 2000 di Giorgia Fiorio; Immagine per la copertina di 'Tempo' n.22 del 15-22 giugno 1946 di Federico Patellani; Biafra, 1968 di Romano Cagnoni.
    'Cronache Quaranteniche' è invece un progetto che raccoglie i lavori di fotografi e fotoamatori che hanno documentato con le loro immagini le diverse fasi della pandemia di Covid-19 fra il marzo 2020 e il marzo 2021. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie