Ambientalisti, ciclovia non deturpi riserva in Versilia

"Percorso su tracciato naturale via Tigli, no scempio Lecciona"

(ANSA) - LUCCA, 05 APR - "Sì alla ciclovia Tirrenica ma no allo scempio della riserva naturale della Lecciona tra Torre del Lago e Viareggio" in Versilia (Lucca), all'interno del Parco Migliarino San Rossore: "Il percorso segua il tracciato naturale di viale dei Tigli", non dentro la riserva, per 2,5 km. Questo l'appello di cittadini e associazioni ambientaliste in vista della riunione tecnica della Regione, fissata per il 7 aprile.
    Gli ambientalisti, in una nota, rilevando che la riserva naturale della Lecciona, è "complesso ecosistema tra Viareggio e Lucca, oltre che ultima area incontaminata della Versilia", affermano che "contro ogni logica, il progetto di ciclovia Tirrenica, dal confine francese a Roma, prevede la realizzazione di un nuovo, inutile percorso per attraversare Viareggio.
    Inutile perché la ciclovia Tirrenica ha già un suo tracciato naturale, il viale dei Tigli, facilmente adattabile a quanto richiesto dalla normativa Europea". Contro il progetto, definito "sciagurato", si sono "già mobilitati migliaia di cittadini, decine di comitati e associazioni, tra cui Wwf, Italia Nostra e Legambiente. L'appello lanciato è teso a ribadire quanto sia deleteria la realizzazione di un'opera che rischia di compromettere un fragilissimo equilibrio naturale". Per gli ambientalisti qualunque intervento nella riserva "teso ad una sua non meglio intesa 'riqualificazione' o anche relativo ad una migliore accessibilità è negativo, quando non estremamente dannoso, perché uno dei fattori di rischio degli equilibri naturali è certamente dato da una frequentazione antropica non controllata. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie