'Il potere del virus', indagine sulla pandemia in Italia

Daniele Magrini ripercorre errori e conflitti

(ANSA) - SIENA, 31 MAR - "Nonostante un piano pandemico fermo al 2006, l'Italia nel febbraio 2020 dichiarava il livello più alto di preparazione contro l'epidemia da Covid-19; questo tassello fa parte di un mosaico ben più ampio di incongruenze, inefficienze e omissioni, che hanno consentito all'epidemia una incontrastata diffusione". Dall'analisi degli antefatti, determinanti per le tragiche conseguenze della pandemia, parte 'Il potere del virus', il libro del giornalista senese Daniele Magrini (Effigi Edizioni, 244 pagine, 15 euro).
    "Dopo un anno di dominio feroce, milioni di morti e l'economia devastata, il Covid-19 ha trovato nei vaccini la prima reale opposizione, ma subito sono emersi gli errori dell'Europa e i ritardi dell'Italia, penalizzata dallo smantellamento del polo produttivo vaccinale" si legge nella scheda editoriale del libro che indaga "sui conflitti innescati dall'epidemia e sulla nuova mappa del potere rivoluzionata dalla pandemia".
    Il volume è suddiviso in quattro parti: la Resa, la Speranza, i Conflitti, il Racconto Mediatico. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie