Scuola: Giani, spero Toscana stimolo anche per altre regioni

Organizzazione 'ha funzionato in questo primo giorno'

(ANSA) - FIRENZE, 11 GEN - "Con il 50% della didattica in presenza, così come prescrive l'atto di indirizzo del ministro della Salute, abbiamo consentito alle scuole superiori di riprendere da stamani in Toscana, e spero che sia qualcosa che serve anche a livello nazionale per le regioni che invece hanno avuto timore". Lo ha detto il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani a margine di una visita al liceo classico Galileo di Firenze in occasione del primo giorno di rientro in classe degli studenti superiori.
    "E' indubbio che vedremo nell'arco di un paio di settimane quello che sarà l'andamento dei contagi - ha aggiunto -, sono convinto che possiamo permetterci di tenere la didattica in presenza fisica nelle scuole, almeno per il 50%". A livello di organizzazione dei trasporti contro gli assembramenti, ha osservato, "mi sembra che come prima giornata la cosa abbia funzionato". Per Giani, "ogni regione ha una storia a sé, oggi la Toscana è fra le regioni più virtuose e stamattina i contagi accertati sono 379. Quindi noi ci siamo potuti permettere di fare questo per la scuola. Altri miei colleghi mi rendo conto che con migliaia di casi hanno avuto un atteggiamento più cauto.
    Il regionalismo è una caratteristica del nostro paese e quindi io rispetto ogni mio collega per quello che è il dato epidemiologico che si trova la dovrà affrontare". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie