In mostra a Firenze 52 'Lettere scomposte' di 100 artisti

Fondazione Il Bisonte celebra mail art, editoria e patafisica

(ANSA) - FIRENZE, 08 SET - Cinquantadue esemplari di 'Lettere scomposte' realizzate da un collettivo di oltre cento artisti tra cui Andrea Rauch, Massimo Schuster, Mario Persico, Pablo Echaurren, Ruggero Maggi, Vittore Baroni e il fondatore della patafisica Alfred Jarry, in mostra grazie al ritrovamento di un suo inedito. E' quanto propone la rassegna della Fondazione Il Bisonte di Firenze che vuole celebrare l'incontro tra mail art, editoria e patafisica. La mostra, dal titolo 'Lettere S.com.Poste al Bisonte' si apre oggi nella galleria Il Bisonte a Firenze dove vi resterà fino al 18 settembre.
    Le lettere scomposte, spiega una nota, sono libri di piccolissimo formato, un quadrato di 7,5 centimetri, che si compongono essenzialmente di un brevissimo testo e un'illustrazione. Il testo può essere un aforisma, un motto o un gioco di parole; l'illustrazione è realizzata con tecniche diverse, dal disegno a l'acquaforte, dal collage alla xilografia. Nella maggioranza dei casi, il libretto è realizzato dalla collaborazione di due artisti, uno per la parte testuale, l'altro per la grafica. Il formato, quadrato con i bordi dentellati, è un chiaro rimando al francobollo; presenti anche il timbro, l'intestazione e altri dettagli che ricordano la corrispondenza cartacea. Queste lettere si dicono 'S.com.Poste' perché non sono assemblate secondo la consuetudine: per esempio, il sigillo di ceralacca si trova all'interno e non all'esterno, mentre l'intestazione è capovolta. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie