Museo Specola, durante lavori ritrovati vasi 14esimo secolo

Sotto pavimento, usati per alleggerire struttura

(ANSA) - FIRENZE, 19 MAG - Oltre venti tra vasi e orci in terracotta, databili a partire dal 14esimo secolo, sono stati trovati al di sotto del pavimento di una stanza del Museo della Specola a Firenze durante di consolidamento alle volte del cortile del Palazzo Bini Torrigiani.. "Un' eccezionale ritrovamento", per l'Università di Firenze, a cui appartiene il Museo e che spiega come i vasi, recuperati tra il piano di calpestio e l'estradosso di una volta, "permettevano secondo una tecnica costruttiva largamente impiegata, l'alleggerimento della struttura". Il loro posizionamento potrebbe essere riconducibile agli interventi promossi negli anni Settanta del 18esimo secolo quando il granduca Pietro Leopoldo di Lorena finanziò ingenti lavori di ristrutturazione per adibire il palazzo Bini Torrigiani a Gabinetto di fisica e storia naturale.
    I vasi sono di grosse dimensioni, fra cui una conca per agrumi e numerosi orci, per lo più 'a beccaccia', dal nome dalla forma del versatoio. Alcuni orci hanno il marchio di tre gigli fiorentini. Provengono da manifatture imprunetine: su di uno di è anche apposto il nome della fornace di provenienza. Sono quasi tutti integri, anche se alcuni hanno cretti e fenditure. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie