Sesso dopo chat, arresti per ricatto

Siena, fidanzati ai domiciliari. Lei si era finta minorenne

(ANSA) - SIENA, 28 AGO - Raggirano uomo e gli estorcono 15mila euro, così una coppia di giovani fidanzati è stata arrestata dai carabinieri. L'uomo aveva conosciuto la ragazza su un sito d'incontri e dopo contatti telefonici i due hanno avuto un rapporto sessuale consenziente. Ma in seguito il fidanzato della ragazza, d'accordo con lei, si è finto il fratello ed ha intrapreso una sistematica opera di intimidazione nei confronti dell'uomo, residente in provincia di Siena, definendolo un 'pedofilo' facendogli credere che la giovane fosse minorenne e minacciandolo di rovinose azioni legali nonché di morte se solo il padre della ragazza avesse potuto rintracciarlo. Inoltre, secondo i carabinieri, il finto fratello, faceva credere all'uomo che a seguito di quel rapporto sessuale 'sua sorella' aveva avuto problemi psichiatrici e che la famiglia si era rivolta ad un legale per intentare una causa per abuso sessuale. Insulti e minacce avvenivano tramite telefonate e comunicazioni whatsapp. I 2 sono agli arresti domiciliari.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie