Roberta Ragusa, in primo grado il marito condannato a 20 anni

Interdizione perpetua dalla potestà genitoriale

21 DICEMBRE 2016 -  Antonio Logli è stato condannato a vent'anni per omicidio volontario e distruzione di cadavere della moglie Roberta Ragusa, scomparsa quasi cinque anni fa dalla sua abitazione di Gello di San Giuliano Terme (Pisa). E' la decisione del giudice Elsa Iadaresta che a conclusione del rito abbreviato lo ha anche interdetto per sempre dalla potestà genitoriale.

Il giudice non ha però accolto la richiesta del pm di misura di custodia cautelare in carcere dell'uomo, per il quale è stato invece disposto l'obbligo di dimora a Pisa e San Giuliano Terme  dalle 21 alle 6. 

Il caso Ragusa: la ricostruzione della procura.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie