Pokemon a Uffizi, 'meno male è virtuale'

A decine infestano corridoi della galleria. Tanti anche a Boboli

(ANSA) - FIRENZE, 20 LUG - 'Infestazione' di Pokemon agli Uffizi: i mostriciattoli protagonisti del celebre gioco che sta impazzando in giro per il mondo hanno occupato anche la celebre Galleria vasariana, avvistati 'a decine', spiegano gli addetti del museo, nei corridoi, all'ombra delle statue ed anche nei pressi degli uffici, dove ne è stato scorto uno degli esemplari più antichi, Bulbasaur. L'invasione degli animaletti colorati in galleria, 'anticipata', alcuni giorni fa, dalla comparsa di Rattata (come Bulbasaur, tra i Pokemon più famosi) sotto la loggia dei Lanzi, non si è però fermata agli Uffizi: altri ne sono stati avvistati in Palazzo Pitti, e, moltissimi, a quanto si apprende, starebbero prendendo dimora nel giardino di Boboli. Un fenomeno, questo dei Pokemon in museo, che fa sorridere il direttore delle Gallerie, Eike Schmidt, recentemente alle prese con ben altro tipo di infestazione. "Stavolta volta siamo infestati dai Pokemon e non dalle zecche - ha scherzato -. Un'infestazione puramente virtuale. Meno male...".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie