Percorso:ANSA > Terra&Gusto > Vino > Franciacorta: accordo storico tra i 18 comuni coinvolti

Franciacorta: accordo storico tra i 18 comuni coinvolti

Scopo è preservare il territorio e valorizzarne le peculiarità

29 luglio, 20:17
Ad Al Rocol fra le colline di Franciacorta Ad Al Rocol fra le colline di Franciacorta

BRESCIA -   Si chiama ‘Terre della Franciacorta’ il nuovo accordo, storico nel suo genere, che riunisce tutti i 18 comuni della famosa zona lombarda vitivinicola. L’obiettivo è quello di costruire un modello di sviluppo del territorio tramite una nuova forma di aggregazione sovracomunale volta a riprogettare la zona della Franciacorta con lo scopo di tutelarla e valorizzarne le peculiarità per uno sviluppo responsabile, coerente, sostenibile. “Il Consorzio Franciacorta ha creduto da subito in questo progetto – dice il Presidente del Consorzio, Maurizio Zanella - nella certezza che solo così la Franciacorta potesse fare quel passo in più verso una unione di passioni che ridisegnasse il futuro di questo magnifico territorio”. L’accordo è stato presentato a Milano presso la sede della Regione Lombardia a tutti gli Assessori delle materie competenti. L’obiettivo è quello di considerare la Franciacorta a 360 gradi: dal punto di vista urbanistico, paesaggistico, agricolo ed economico. “Le Istituzioni hanno il dovere di difendere e sostenere il Made in Italy virtuoso e vincente – afferma Viviana Beccalossi, Assessore a Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo - Il ‘sistema Franciacorta’, con il suo territorio e le sue produzioni, in primis quella vitivinicola, è un esempio concreto di modello che porta alti i colori italiani nel mondo”. Si tratta di un patto volontario tra interlocutori pubblici e privati che uniscono i propri interessi per uno scopo condiviso. “Un patto senza precedenti – commenta Antonio Vivenzi, sindaco di Paderno Franciacorta e Presidente dell’Accordo - che costituisce un modello virtuoso di eccellenza operativa per la Franciacorta ma anche per l’intero territorio regionale e, perché no, nazionale&#8221.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati