Percorso:ANSA > Terra&Gusto > Speciali > Ferrero: sostenibilità ambientale futuro degli stabilimenti

Ferrero: sostenibilità ambientale futuro degli stabilimenti

Piano d'azione per ridurre del 40% CO2 entro il 2020

11 luglio, 11:27
Ferrero: sostenibilità ambientale futuro degli stabilimenti Ferrero: sostenibilità ambientale futuro degli stabilimenti

MILANO, 11 LUG - Gli stabilimenti Ferrero arriveranno ad autoprodurre il 75% dell'energia consumata entro il 2013-2014 e, di questa quota, un quarto arriverà da fonti rinnovabili: è uno degli ambiziosi obiettivi fissati nel bilancio sociale del gruppo, che ha intenzione entro il 2020 di implementare un piano di azioni energetiche a livello mondiale, riducendo del 40% le sue emissioni di CO2 nell'atmosfera.
 

Alcuni risultati in ambito ecologico sono già stati ottenuti dal colosso dolciario, che ha 11 stabilimenti certificati con un Sistema di gestione ambientale ISO 14001 e altri due con ISO 50001 per il Sistema di gestione energia. La multinazionale è riuscita a ridurre il consumo idrico per unità di prodotto di oltre il 20% rispetto al 2009 risparmiando sempre dal 2009 una quantità di acqua che potrebbe riempire otto volte l'Arena di Verona. Ma l'attenzione all'impatto sociale e ambientale delle attività produttive parte all'origine, privilegiando i fornitori locali (fatta eccezione per le materie prime): in Polonia per il 75,84%, ma le percentuali sono molto più alte in Francia (88,85%), in Italia (94,27%), e in Germania, dove si sfiora il 100%.

Nonostante la produzione sia in continuo aumento, i consumi energetici degli impianti sono rimasti in linea, anzi, con un risparmio del 5% per unità di prodotto è già stato conseguito un risultato previsto nel 2020. Il taglio di emissioni di CO2 è un altro dato positivo: dal 2010 si è ridotto di 33000 tonnellate, pari al consumo annuo di 14000 auto di media cilindrata. Un capitolo a parte è poi quello dedicato all'impatto delle attività di stoccaggio e di trasporto, ridotto dell'8% per tonnellata prodotta dal 2009. Vero fiore all'occhiello delle politiche ecologiche del gruppo è il recupero rifiuti negli stabilimenti, che ha superato il 90%. Entro il 2014 tutta la carta e il cartone utilizzati negli imballaggi arriveranno da filiera sostenibile certificata.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati