Percorso:ANSA > Terra&Gusto > In Breve > Turismo: Farinetti, Sud Italia diventi maxi Sharm El Sheikh

Turismo: Farinetti, Sud Italia diventi maxi Sharm El Sheikh

Fisco light multinazionali,da Eataly plastico illustra-monunenti

31 marzo, 13:53
(ANSA) - ROMA, 31 MAR - "Nel Sud c'è da fare un unico grande Sharm El Sheikh dove ci va tutto il mondo in vacanza''. E' quanto proposto dal patron di Eataly Oscar Farinetti in risposta ad Andrea Scanzi nel corso della puntata di Reputescion in onda questa sera alle 22 su La3. "E' uno dei posti - ha continuato Farinetti - più belli del mondo. Aprirei alle multinazionali che vengano a investire con enormi agevolazioni fiscali, non gli farei pagare le tasse per dieci anni. L'importante e' che assumano tutti italiani che usino tutti prodotti made in Italy.

Il problema per cui non vengono (le multinazionali a investire, ndr) ha un nome solo: la mafia''.

In generale col turismo su tutto il territorio nazionale ''i numeri dicono che potremmo essere il Paese più ricco d'Europa.

Quello che mi piace di Renzi - ha detto Farinetti - è che punterà molto sul vero petrolio che abbiamo in Italia: il turismo, l'esportazione del patrimonio artistico e la scuola.

Dobbiamo occuparci di queste cose. Ma negli ultimi anni abbiamo commesso degli errori. Da quelli piccoli come le scale mobili negli aeroporti che non funzionano al fatto che il Colosseo chiude inspiegabilmente sempre un'ora prima del tramonto o che i nostri musei non narrano, non c'è scritto niente. Sotto la Venere di Botticelli non c'è scritto niente, in Francia ci sarebbero sei cartelli in tutte le lingue che spiegano tutto.

Ne ho parlato con Renzi - ha concluso il patron di Eataly - l'ho proposto a lui come regalo da parte di Eataly, ma voglio farlo per tutte le grandi piazze d'Italia: un plastico di tre metri per tre in mezzo alla piazza con le spiegazioni di tutti i monumenti".

(ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati