Percorso:ANSA > Terra&Gusto > Fiere&Eventi > Il panino è protagonista di Bread Religion

Il panino è protagonista di Bread Religion

L'8 settembre a Este, 15 interpretazioni di chef e panettieri da tutta Italia

05 settembre, 11:28
Il panino è protagonista di Bread Religion Il panino è protagonista di Bread Religion

ESTE (PADOVA) - Il panino imbottito è uno snack tra i più consumati al mondo, e  questo portabandiera del cibo di strada,  alla portata di tutte le tasche, sarà il protagonista di 15 innovative interpretazioni ad opera di chef e panettieri provenienti da tutta Italia che l’8 settembre si troveranno a Este (Pd) per una nuova edizione di Comunipane®. Tuttavia, il panino è spesso portato ad esempio di cibo spazzatura, ricco di grassi e zuccheri, ipercalorico.

. “Di qui l'idea – spiegano gli ideatori di Comunipane®, il simposio tecnico sul pane italiano, Chiara Quaglia e Piero Gabrieli - di usare il panino come portavoce dei messaggi che da anni indirizziamo a questa tipologia di consumatori buongustai e nello stesso tempo attenti al benessere della persona e a una squadra di cuochi e panettieri che si sono affermati nella fascia alta della ristorazione italiana”. Il loro compito sarà quello di accompagnare, a partire dalle ore 16.30 in piazza Maggiore, i visitatori di Bread Religion lungo un percorso gastronomico che parli loro di alimentazione sana, di sapori della tradizione, di origini e territori, di proposte culinarie anche alternative alla carne visto che aumenta la sensibilità verso il consumo di ingredienti vegetali. Il tutto racchiuso in un guscio di pane on tutto il gusto del grano e la ricchezza di fibre che ne abbassano sensibilmente l’indice glicemico.

“L’assortimento dei panini – prosegue Piero Gabrieli - sarà costruito su pani prevalentemente con crosta, meno grassi, con più fibre, vitamine e proteine di origine vegetale. Ogni panino proposto avrà un profilo calorico inferiore alle 500 kcal e un foodcost (ingredienti + lavorazione) inferiore a euro 1,50 per rappresentare un prodotto nutrizionalmente corretto dal gusto eccellente e venduto a un prezzo alla portata di tutti”.

I cuochi avranno il compito di rappresentare, con i panini d’autore, la loro terra e la loro idea di cucina con ricette create appositamente per questo evento. Ecco gli ingredienti che verranno utilizzati: la ricotta ovina e i peperoni (Corrado Assenza con rosetta Petra e germe di grano di Martino Faccin); il formaggio ragusano e cioccolato di Modica (Aurora Mazzucchelli con ciabattina Petra e fiocchi di germe di grano di Massimo Vitali); la mortadella di Prato e il cavolo cappuccio (Marco Stabile con ciabattina Petra di Alessio Checchi); tonno, rughetta e yoghurt alla senape (Simone Padoan con tondo morbido Petra e farina di piselli germinata di Pietro Freddi); ceci, lenticchie, peperone in maionese vegetale (Lello Ravagnan con tondo morbido di Petra e farina di ceci germinati di Luca Scarcella); misticanza di stagione e cipolla caramellata con San Marzano confit (Renato Bosco con ciabattina Petra e grano germinato di Sara Papa); melanzana, verdure dell’orto e maionese di nocciola (Lionello Cera tra due fette di pagnotta Petra di Nicola Trentin); fichi, guanciale e formaggio Bagolino (Nerio Beghi con ciabattina Petra di Simone Rodolfi); costine di maiale, melanzane e patate al vapore con salsa barbeque (Nicola Portinari con rosetta Petra e farina di grano saraceno germinato di Giuseppe Vicentini); cicerchia, cicoria selvatica e ricotta Marzotica (Fabio Pisani e Alessandro Negrini con panino rosetta Petra di Davide Longoni); mozzarella di bufala campana dop (Raffaele Vitale con pagnottina “cafona” di Petra di Paolo Piantoni); pancia selezione Damini con cipolla di Tropea, pomodori datterino e salsa di senape (Giorgio e Piergiorgio Damini con tondo di Petra e farina di piselli germinati di Matteo Piffer); fegatini di pollo con lattuga iceberg, yogurt, aneto e salsa thailandese agrodolce (Eugenio Roncoroni con piadina di Petra all’olio di oliva di Alessandro Spoto). Saranno inoltre presenti un panino senza glutine ripieno di polpa del Sile e zucchine marinate all’agretto (Marco Valletta con tondo morbido Petra zero glutine di Marigrazia Attolini) e un panino dessert con gelato di ricotta con scaglie di pistacchio e scorza di arancia candita (Pina Toscani con tondo dolce Petra di Alessandro Lunardi).

L’evento, organizzato dall'Accademia del Pane in collaborazione con il Molino Quaglia e la rivista Rolling Stone, vedrà la registrazione live di una puntata de Il Mangiadischi, il format web-televisivo gastro-musicale condotto da Carlo Spinelli e Niccolò Vecchia, e terminerà con il concerto acustico di Andy di FLU-ON ed ex Bluvertigo e con i Cinemavolta.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati