Foto

21 giugno, 12:20 Sport

Golf: US Open, Rahm trionfa e torna re, Migliozzi super

© ANSA/EPA
 © ANSA

(ANSA) - ROMA, 21 GIU - Alla prima gara dopo la positività al Covid Jon Rahm in California, con un totale di 278 (69 70 72 67, -6) colpi e due birdie decisivi nel finale, vince la 121esima edizione dello US Open e celebra il primo Major della sua carriera. Bottino pieno per lui, quarto giocatore spagnolo a imporsi in un evento del Grande Slam e primo nella storia di questo torneo. Per un successo che gli permette anche di tornare al primo posto del ranking mondiale mettendo così fine a un dominio, quello di Dustin Johnson, durato 43 settimane. A La Jolla (San Diego) risultato da incorniciare per Guido Migliozzi.
    Al debutto assoluto in un Major chiude 4/o con 282 (71 70 73 68, -2) ed entra nella Top 100 del world ranking passando dalla 103/a alla 72/a posizione (miglior azzurro). Il vicentino dopo questo traguardo si fermerà negli Stati Uniti dove, dal 24 al 27 giugno, giocherà il Travelers Championship (PGA Tour) al fianco, tra gli altri, di Francesco Molinari. Con il torinese, 13/o con 284 (68 76 69 71, par) al rientro dopo un infortunio alla schiena, rappresenterà l'Italia ai Giochi di Tokyo. E adesso Migliozzi sogna anche un posto alla Ryder Cup 2021 del Wisconsin (è attualmente al 7/o posto della European Points List). Negli States finale in crescendo pure per Edoardo Molinari, 35/o con 289 (70 76 72 71, +5). Al South Course (par 71) del Torrey Pines Golf Course, lì dove nel gennaio 2017 (al Farmers Insurance Open) ha conquistato la prima vittoria sul PGA Tour, Rahm al 20esimo tentativo è riuscito a far suo un Major. Grazie a due prodezze firmate alle buche 17 e 18 (le ultime due), che hanno relegato al secondo posto con 279 (-5) il sudafricano Louis Oosthuizen, re del The Open Championship nel 2010, Rahm è entrato nella cerchia dei grandi vincitori. E all'età di 26 anni, 7 mesi e 10 giorni s'è affermato come primo spagnolo a vincere lo US Open e quarto, dopo Severiano Ballesteros (per lui 5 Major vinti, tre Open Championship e due Masters), Josè Maria Olazabal (due volte campione del The Masters) e Sergio Garcia (The Masters), a trionfare in un evento del Grande Slam. Alla sua prima vittoria da papà, ha dedicato la vittoria alla sua famiglia e a un giornalista morto per Covid lo scorso febbraio.
    Proprio la positività al Covid lo scorso 5 giugno aveva costretto il 26enne di Barrika a ritirarsi dal The Memorial Tournament (alla fine del terzo round) con il trofeo ormai in tasca. "Credo molto nel karma - ha spiegato Rahm dopo l'exploit allo US Open - ed ero sicuro che dopo quell'accadimento sarebbero arrivate grandi cose. E' una vittoria fantastica, che mi riempie il cuore di orgoglio". E che permette a Rahm di passare dalla 3/a alla prima posizione del ranking mondiale (ritrovando così la vetta per la prima volta dall'agosto 2020) con un totale di 9.9874 punti, complice anche la battuta d'arresto di Johnson, 19/o con 286 (+2) allo US Open. Per Rahm anche un assegno di 2.250.000 dollari a fronte di un montepremi complessivo di 12.500.000, e il secondo posto nella FedEx Cup.
    In California Rahm ha emulato Ben Hogan (1953), Jack Nicklaus (1980), Tom Watson (1982) quale quarto golfista allo US Open a far registrare due birdie consecutivi alla 71/a e alla 72/a buca prendendosi la vittoria. Succedendo nell'albo d'oro al californiano Bryson DeChambeau, 26/o con 287 (+3) dopo essere stato anche in vetta al torneo nel quarto round prima di un finale di gara disastroso. La festa è tutta per lo spagnolo ma l'Italia, anche in vista di Tokyo, sogna con Migliozzi. "Le parole non possono descrivere che settimana sia stata questa. Mi sono goduto ogni secondo e dedico questo risultato a tutto lo staff e alla mia famiglia". Questa la gioia del 24enne veneto, che ha come manager Niall James Horan, cantante e cantautore irlandese, componente della boy band One Direction. Trasferitosi a Dubai insieme a Renato Paratore, suo vicino di casa, Migliozzi è la nuova star del golf italiano. Per una stella, quella veneta, che ha illuminato lo US Open (il quarto posto gli ha fruttato 498.176 dollari) al debutto assoluto in un Major.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Tutte le foto

Modifica consenso Cookie