Foto

22 settembre, 18:40 Primopiano

Amerigo Vespucci, festa per i 90 anni a Castellammare di Stabia

Il veliero varato nel 1931 nei cantieri navali stabiesi

© ANSA/ANSA
La nave scuola Amerigo Vespucci in una foto della Marina Militare © Ansa

L'Amerigo Vespucci è tornata oggi a Castellammare di Stabia (Napoli), il suo luogo di nascita, per festeggiare i suoi 90 anni. Il grande veliero scuola della Marina Militare, comandato dal capitano di vascello Massimiliano Siragusa, è stato infatti varato nei cantieri di Stabia il 22 febbraio 1931 e da allora è rimasto il grande orgoglio storico della Marina.

"Il veliero Amerigo Vespucci è tornato a casa! Una grande emozione per me e per tutta la città di Castellammare di Stabia", ha affermato il sindaco di Castellammare Gaetano Cimmino, dando il benvenuto al veliero. "Ho incontrato - ha continuato - il comandante del Vespucci, il capitano di vascello Massimiliano Siragusa, al quale ho consegnato una targa per celebrare il 90esimo anniversario del varo nel nostro glorioso cantiere.

Il veliero sosterà a Castellammare per tutta la giornata di oggi". Le regole covid non permettono visite a bordo, ma gli stabiesi potranno avvicinarsi alla nave per celebrarla dal molo e fare delle fotografie. La Vespucci resterà a Castellammare tutto il giorno.

"Abbiamo avuto un'accoglienza strepitosa a Castellammare e ci dobbiamo scusare perché sentiamo l'affetto dei cittadini ma in questo momento di pandemia non possiamo accoglierli a bordo, speriamo che tutto cambi presto". Così il capitano di vascello Massimiliano Siragusa, nuovo comandante dell'Amerigo Vespucci, racconta all'ANSA la giornata a Castellammare di Stabia della nave della Marina che celebra nel luogo in cui è stata costruita nel 1931, i suoi 90 anni. Una festa senza poter salire a bordo per il covid, ma con grande affetto: "vedere la popolazione -spiega Siragusa - che si affolla davanti alle transenne ci fa apprezzare doppiamente chi viene, sarebbe un grande piacere per noi avere gli ospiti a bordo e avvertiamo il sentimento di chi riceve l'abbraccio. La Vespucci è un simbolo dell'Italia, fa sì che ci si riconosca come cittadini e siamo ambasciatori ana con l'che all'estero. Forse un aspetto positivo del periodo pandemico è però che non ci sono state tante campagne all'estero ma una presenza più vicina ai 7500 km di costa dell'Italia, sempre con emozioni, come avvenuto la notte scorsa con l'ammaina bandiera a Vico e il giro del Golfo di Napoli. Ci sono gruppi social di decine di migliaia di persone che postano foto, ne abbiamo viste tante con un grande entusiasmo che ci spinge a tenere viva la nave, nell'attesa di quando si potrà tornare a bordo con una grande festa". Stasera la Vespucci lascerà Castellammare: "La prossima tappa - conclude Sicignano - sarà Livorno dal 25 al 26 settembre per un evento e poi andremo al nostro porto base di La Spezia e inizieremo la pausa manutenzione di alcuni mesi, sperando che la pandemia il prossimo anno ci permetta di riabbracciare le persone a bordo".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Tutte le foto

Modifica consenso Cookie