Mondo

  • Londra, l'attentato del 7 luglio del 2005 - Dagli archivi dell'ANSA

Londra, l'attentato del 7 luglio del 2005 - Dagli archivi dell'ANSA

Tre bombe esplosero nei pressi della stazione di Edgware Road, una quarta, poco dopo, vicino a Tavistock Place

Il 7 luglio 2005 Londra subì violenti attentati, tre bombe esplosero nei pressi della stazione di Edgware Road, una quarta, poco dopo, vicino a Tavistock Place. Il bilancio  fu di 56 morti (fra cui 4 kamikaze) in 4 attentati suicidi sulla metropolitana e su un autobus. Circa 700 i feriti. 

Ecco il film di quella terribile giornata (dagli archivi dell'ANSA): 

- 08:51 Prima esplosione nei tunnel della metropolitana che collegano le stazioni di Aldgate East, Morgate e Liverpool Street. Quattro i morti accertati.

- 08:56 Seconda deflagrazione sulla Piccadilly Line tra le stazioni di King's Cross e Russell Square. E' l'attacco che ha provocato piu' vittime, 21, secondo le ultime stime.

- 09:17 Terzo scoppio all'interno della stazione di Edgware Road. L'ordigno collocato su un treno e' detonato con una tale forza da fare un buco nel treno di fianco. Cinque i morti registrati in questo episodio.

- 09:47 Altra esplosione su un autobus a Tavistock Place, nei pressi di Russell Square. Non si conosce ancora il numero di vittime

- 10:21 Scotland Yard comincia a diffondere le notizie di esplosioni multiple nel centro di Londra

- 10:53 Il ministro degli Interni Charles Clarke dichiara, di fronte a Downing Street, che ''terribili incidenti hanno causato gravi feriti''. Riferisce anche che il primo ministro Tony Blair e' stato avvertito e ha consigliato ai londinesi di non fare viaggi che non siano necessari.

- 11:21 Una fonte della polizia britannica da' la notizia del ritrovamento di una bomba nella metropolitana

- 11:25 Si comincia a rendere pubblico il numero delle vittime

- 11:26 Il presidente del Parlamento europeo Josep Borrel condanna gli attacchi terroristici in serie e conferma la presenza di morti

- 11:30 Cartelli stradali piazzati nelle maggiori strade della citta' riportano la scritta: ''Evitate Londra. Aree chiuse. Accendete la radio''

- 12:05: Messaggio dal G8 di Tony Blair che annuncia il suo imminente ritorno a Londra per alcune ore.

- 12:55 Il ministro degli Interni parla di fronte alla House of Common: ''Non sappiamo ancora chi sia il responsabile di questi terribili attacchi criminali''. La metropolitana di Londra viene chiusa per l'intera giornata.

- 13:03 Blair parla di ''una serie di attacchi terroristici'' -

- 13:13 Il sindaco della capitale Ken Livingston condanna ''gli infami attacchi terroristici'' e sottolinea che i londinesi hanno reagito coraggiosamente e mantenendo la calma.

- 15:25 La polizia conferma che 33 persone sono state uccise nelle esplosioni avvenute a Londra

- 17:04 Scotland Yard comunica in una conferenza stampa che non ci sono piu' persone intrappolate nei treni della metropolitana e che ''la polizia non ha ricevuto nessun avvertimento o informazione di intelligence sugli attacchi. Nessuno ha rivendicato la responsabilita' ''. Il London Ambulance service dichiara che i feriti gravi sono 45, mentre quelli in condizioni non gravi sono 300.

- 17:31 Sale l'allarme per il trasporto aereo. Misure di sicurezza rafforzate sono scattate all'aeroporto di Heathrow dove sono state dislocate ulteriori pattuglie delle forze di sicurezza, oltre quelle gia' presenti per il vertice del G8 in Scozia. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie