Ultima Ora
  1. ANSA.it
  2. Ultima Ora
  3. Migranti: Govoni mette in scena il mondo rovesciato

Migranti: Govoni mette in scena il mondo rovesciato

Presidente Still I Rise presenta a Palermo suo libro 'Fortuna'

(ANSA) - PALERMO, 24 NOV - Lo chiama "esercizio del teatro dell'oppresso": il pubblico viene diviso in base al colore dei capelli. Solo i castani e i neri hanno diritto di parlare e a tenere la scena, i biondi possono ascoltare, gli altri devono allontanarsi. Nicolò Govoni ha voluto così rappresentare la condizione degli oppressi per rimarcare l'insensatezza delle ingiustizie sociali. La dimensione teatrale di quella che definisce la "Lotteria umana" gli serve per promuovere "Still I Rise", l'organizzazione internazionale da lui creata per dare istruzione e protezione ai bambini profughi, agli orfani e agli apolidi. Palermo è stata la prima di otto tappe di un viaggio che toccherà Napoli, Roma, San Marino, Torino, Lugano, Bologna e Milano.
    L'incontro di Palermo nella sala del Rouge et Noir è stato articolato in due momenti: prima il coinvolgimento emotivo del pubblico sui temi dell'impegno sociale e poi la discussione sul libro di Govoni, "Fortuna", edito da Rizzoli.
    "Still I Rise" è impegnata a promuovere l'istruzione degli ultimi nei luoghi della migrazione globale: in Siria, in Grecia, in Turchia, in Kenya e presto anche in Congo. "Creiamo opportunità, coesione sociale, inclusione. La vita è un dono che noi facciamo agli altri", dice Govoni che vive a Nairobi. Sono temi che riprende nel suo libro nel quale immagina un futuro governato dall'egoismo e dalla competizione. Rovesciando le direttrici dei flussi migratori, i protagonisti - una donna anziana e i suoi due nipotini - fuggono da un'Europa al collasso. Giungono nella "Città della speranza", un grande campo profughi in cui il potere è gestito dalla piattaforma online Fortuna, dove solo chi accumula like e follower può accedere agli aiuti umanitari.
    Per fare aprire gli occhi e la mente su questa realtà dove la discriminazione è legge, il pubblico viene coinvolto in un'esperienza immersiva. Il mondo viene capovolto e ogni partecipante indotto a mettere in discussione la propria identità. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie