Ultima Ora

Talebani, 'donne al governo, ma nel rispetto della Sharia'

Lo afferma Samangani, membro commissione cultura degli insorti

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - I talebani promettono un'amnistia e invitano le donne ad entrare al governo, "ma secondo le regole della Sharia", la legge islamica. Lo dice, citato dalla Associated Press, Enamullah Samangani, membro della commissione Cultura degli insorti, in una delle prime indicazioni su come i talebani, vittoriosi sul piano militare, intendano governare l'Afghanistan.
    Un'affermazione che sembra voler indicare una svolta moderata degli 'studenti islamici', un tempo autori di lapidazioni di donne, mutilazioni e esecuzioni in piazza, ma che viene accolta con scetticismo da molti afghani ed osservatori internazionali.
    "L'Emirato Islamico non vuole che le donne siano vittime - ha affermato Samangani -. Dovrebbero far parte del governo, secondo i dettami della Sharia", ma non ha chiarito cosa ciò significhi.
    "Tutte le parti dovrebbero unirsi" al futuro governo, ha aggiunto. Ha poi evocato un'amnistia, ma anche in questo caso senza chiarire chi ne beneficerebbe: alcune fonti a Kabul dicono che i combattenti islamici hanno già stilato liste di afghani che hanno cooperato con le forze straniere e per questo ricercati. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie