Ultima Ora

Di Maio, nuovi strumenti a imprese sud per i fondi export

Al Mezzogiorno in poche ne hanno fatto richiesta

(ANSA) - ROMA, 12 GIU - Il governo è impegnato a "offrire agli operatori italiani, specie quelli del Sud, nuovi strumenti per facilitare l'accesso ai sostegni disponibili" per la promozione del Made in Italy all'estero. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio intervenendo al webinar "Il Sistema Italia per l'Internazionalizzazione delle imprese campane" dall'Interporto di Nola.
    Di Maio ha ricordato che con il patto per l'export è stato fornito un volume di risorse "eccezionale" per la promozione delle imprese italiane all'estero, pari a "5,4 miliardi di euro in 12 mesi", ma nel Mezzogiorno solo il 10% delle imprese ne ha fatto richiesta e questo gap va colmato, ha sottolineato.
    Tra gli strumenti a disposizione c'è ad esempio il portale export.gov.it, lanciato lo scorso settembre, interfaccia di accesso a tutti gli strumenti ed incentivi messi a disposizione da Farnesina, Ice, Simest, Sace, Sistema camerale ed ora anche dalle Regioni, ha ricordato Di Maio. Poi ancora il "Digital Temporary Export Manager," che consente alle pmi di ricevere un contributo di 20.000 euro su una spesa di almeno 30.000 per consulenze manageriali prestate da professionisti e società specializzate in export e digitalizzazione. Il ministro ha citato anche il progetto pilota di alta formazione accademica "Smart Export" per imprese e professionisti.
    La Campania sul fronte dell'export è un'isola felice del sud, con 11,5 miliardi nel 2020, ma in generale il Mezzogiorno sconta ritardi su "formazione e innovazione tecnologica", che la strategia sull'internazionalizzazione adottata dal governo e dalla Farnesina intende colmare, ha sottolineato Di Maio.
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie