Recovery: Franco, rafforziamo riforme, 191,5 mld all'Italia

Risorse Ue a fine estate. Due livelli governance, coordina Mef

(ANSA) - ROMA, 08 MAR - Il Governo sta lavorando al "rafforzamento del piano dal punto di vista degli obiettivi strategici e delle riforme che li accompagnano". Lo ha detto il ministro dell'Economia, Daniele Franco, in audizione sul Recovery fund alle commissioni riunite Bilancio, Finanze e Politiche Ue di Camera e Senato.
    Il Recovery fund per l'Italia "prevede fondi a disposizione del nostro Paese per circa 196 miliardi a prezzi correnti, 69 sotto forma trasferimenti, 127 sotto forma prestiti". Tuttavia gli ultimi dati, e il regolamento europeo che prende a riferimento il Pil del 2019, portano "a una stima dell'entità delle risorse per circa 191,5 miliardi, leggermente inferiore a quella indicata a gennaio", ha affermato il ministro.
    Le risorse europee "saranno disponibili alla fine dell'estate" con i pre-finanziamenti al 13%: "Per il nostro Paese - ha sottolineato - il piano è una occasione molto importante, rende possibile affrontare in modo coordinato e con rilevanti mezzi alcuni problemi strutturali".
    "Occorre una governance robusta e articolata nella fase di attuazione degli interventi" e "compiti e responsabilità" saranno suddivise su "due livelli di governance: stiamo considerando la costituzione di una struttura centrale di coordinamento presso il Mef a presidio e supervisione dell'efficace attuazione del piano", che sarà "affiancato da una unità di audit indipendente", ha inoltre affermato Franco: "A livello di ciascun ministero si considera la creazione di presidi di monitoraggio e controllo sulle misure di rispettiva competenza con il compito di interagire con i soggetti attuatori". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie