Biden, da repubblicani assalto a tutto campo a diritto voto

'Suprematisti non solo cappucci bianchi ma anche in Parlamento'

(ANSA) - WASHINGTON, MAR 7 - Duro attacco di Joe Biden ai repubblicani e al loro "assalto a tutto campo al diritto di voto nei parlamenti statali in tutto il Paese", dopo l'attacco al Capitol da parte dei fan di Donald Trump. "Durante l'attuale sessione legislativa, dirigenti eletti in 43 Stati hanno già introdotto oltre 250 progetti di legge per rendere più difficile il voto degli americani. Non possiamo lasciare che accada", afferma nelle anticipazioni, diffuse dalla Casa Bianca, del suo intervento video per i 56 anni del 'Bloody Sunday', la marcia per i diritti civili a Selma, Alabama.
    Biden ha quindi lanciato un appello al Congresso perchè ripristini pienamente il Voting Rights Act del 1965, la legge che proibì, in particolare, le discriminazioni razziali nel voto.
    "Quelle torce e croci in fiamme, i manganelli, i lacrimogeni, i cani da attacco, le leggi e i processi ingiusti non potevano fermare il progresso. Il sangue di John Lewis e di centinaia di altre anime coraggiose e giuste che furono uccise a Selma, quella domenica del 1965, santificarono una nobile battaglia", dirà Biden a Selma secondo le anticipazioni della Casa Bianca. Biden ha anche ricordato che "per gli afroamericani, i diritti fondamentali di voto sono stati negati dai suprematisti bianchi nascosti sia dietro i cappucci bianchi sia alla luce del sole nei parlamenti e nei tribunali statali".
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie