Hong Kong: 16/enne colpevole proteste 2019, è il più giovane

Al terzo giorno udienza dei 47 attivisti accusati di sovversione

(ANSA) - PECHINO, 03 MAR - Un adolescente di Hong Kong è la persona più giovane finora a dichiararsi colpevole di disordini legati alle proteste di massa pro-democrazia del 2019, avendo ammesso il lancio di una bomba incendiaria contro la polizia all'età di 14 anni. Il giudice ha deciso di mandare il ragazzo, ora di 16 anni, in un centro di detenzione come alternativa al carcere minorile, per la durata che sarà decisa dai servizi penitenziari di 1-6 mesi.
    Intanto, alla West Kowloon Magistrates' Court di Hong Kong è al terzo giorno l'udienza sui 47 attivisti pro-democrazia arrestati domenica e formalmente accusati dalla polizia di sovversione, in base alla legge sulla sicurezza nazionale imposta da Pechino sull'ex colonia britannica a fine giugno 2020. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie