Scontri Barcellona, per 6 italiani accusa tentato omicidio

Polizia, 'hanno incendiato furgone con un agente dentro'

(ANSA) - MADRID, 02 MAR - La polizia catalana accusa di 'tentato omicidio' i sei italiani fermati sabato nel corso degli scontri a Barcellona durante le proteste per il rapper Pablo Hasel. Secondo gli inquirenti - si legge in una nota della Polizia catalana - sono stati loro a dare fuoco a un furgone della Guardia urbana con un agente all'interno, che poi è riuscito a scappare senza conseguenze.
    I Mossos d'Esquadra, la polizia catalana, contestano inoltre ai sei — cinque ragazzi e una ragazza — reati di appartenenza a gruppo criminale, disordini pubblici e danni a cose. Con loro, sono stati arrestate anche una francese e una spagnola con le stesse accuse. Si tratta di persone di età compresa tra i 28 e i 36 anni. I sei, si apprende sempre da fonti a conoscenza delle indagini, erano in territorio spagnolo da tempo e sono considerati legati al mondo dei movimenti anarchici. Tra loro c'è anche una 35enne di Torino.
    Intanto sono stati rilasciati l'ex presidente del Barcellona Josep Maria Bartomeu e il suo ex consigliere Jaume Masferrer, arrestati ieri nella metropoli catalana. Il giudice li ha messi in libertà condizionata, mentre l'indagine prosegue. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie