Covid: Usa, varianti aumentano rischio quarta ondata

E' l'avvertimento del capo del Centro per controllo malattie

(ANSA) - ROMA, 02 MAR - La diffusione di varianti di coronavirus altamente contagiose rischia di alimentare l'arrivo di una "quarta ondata di casi" negli Stati Uniti. Lo ha detto il capo del Centro Usa per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), Rochelle Walensky, secondo quanto riportato dalla Bbc.
    La scorsa settimana, ha sottolineato, sono stati registrati circa 70.000 nuovi casi di Covid-19 al giorno e quasi 2.000 morti al giorno, "un numero molto alto".
    "A questo livello di contagi, con la diffusione delle varianti, rischiamo di perdere completamente il terreno guadagnato con fatica", ha detto la dottoressa Walensky. "Queste varianti sono una minaccia molto reale per la popolazione e per i nostri progressi". Secondo gli esperti americani, la variante che diventerà il ceppo dominante negli Stati Uniti sarà quella "inglese". Al momento sono 2.463 i casi di variante registrati negli Usa secondo i dati del Cdc, la maggior parte di questi (2.400) sono persone contagiate dalla mutazione comparsa per la prima volta nel Regno Unito. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie