Covid: arrivati i primi vaccini in Iraq, donati dalla Cina

50.000 dosi. Priorità ad operatori, forze sicurezza, anziani

(ANSA) - BAGHDAD, 02 MAR - L'Iraq ha ricevuto i suoi primi vaccini contro il coronavirus. Si tratta di 50.000 dosi di Sinopharm, donate dalla Cina.
    Il portavoce del ministero della Salute Seif al-Badr ha spiegato che i vaccini saranno consegnati "ai tre principali ospedali di Baghdad e forse di alcune province" e che la campagna di vaccinazione inizierà oggi stesso attraverso la registrazione su un sito apposito. La priorità sarò data a operatori sanitari, forze di sicurezza e anziani. Il ministero della salute ha anche annunciato di aver concordato con l'ambasciatore cinese a Baghdad l'acquisto di altri due milioni di dosi, senza fornire dettagli sul pagamento o sui tempi. I vaccini arrivano proprio mentre l'Iraq è alla prese con una nuova ondata di Covid-19 con oltre 3.000 nuovi casi segnalati ogni giorno e i decessi triplicati a circa 25 al giorno nelle ultime settimane. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie