Tokyo 2020: presidente Mori si scusa per commenti misogini

Ex premier 83/enne esclude comunque di dimettersi

(Vedi notizia delle ore 03:09) (ANSA) - TOKYO, 04 FEB - Dopo aver innescato una baraonda a livello mediatico il presidente del comitato olimpico giapponese, Yoshiro Mori, chiede scusa per aver fatto "dichiarazioni poco appropriate e contrarie allo spirito olimpico", quando ha definito 'problematica' la proposta di allargare la presenza delle donne nel consiglio dei Giochi.
    Durante la breve riunione coi media locali organizzata oggi, l'ex premier 83/enne - non nuovo a questo tipo di 'fuori onda' - ha comunque escluso di dimettersi.
    I commenti erano stati fatti ieri a margine di un incontro straordinario del comitato esecutivo del Joc, e Mori - riferendosi alle sue precedenti esperienze, aveva citato in generale il senso di rivalità tra le donne quando si tratta di dibattere diverse questioni, che porterebbe le riunioni ad allungarsi eccessivamente. L'obiettivo dell'assemblea era quello di aumentare fino al 40% la presenza femminile nel comitato direttivo, dall'attuale 20%.
    In breve tempo sulla piattaforma Twitter sono apparsi commenti a sostegno della parità di genere che invitavano Mori a rassegnare le dimissioni. Nell'incontro di oggi con i giornalisti per rettificare la sua posizione, a chi gli chiedeva se veramente pensava che le donne fossero troppo loquaci, Mori è apparso confuso: "Non ne sono sicuro, non le ascolto molto ultimamente". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie